All’interno di Joomla con il presidente Robert Jacobi di Open Source Matters

robert-Jacobi-joomla


Intervista con il presidente Robert Jacobi all’Open Source Matters

Come uno dei tre principali sistemi di gestione dei contenuti, Joomla viene utilizzato da molti proprietari di siti Web per tutti i tipi di siti. Dopo aver recentemente superato gli 80 milioni di download, la community di Joomla continua a prosperare. Robert Jacobi è stato recentemente eletto presidente di Open Source Matters, l’organizzazione che sostiene il progetto Joomla. È stato un piacere avere l’opportunità di parlare con Robert di Joomla e dei sistemi di gestione dei contenuti, incluso cosa cercare quando si acquista il web hosting Joomla.

Tra gli argomenti trattati sono stati:

  • La missione e la visione delle questioni open source
  • I recenti miglioramenti di Joomla
  • Come Joomla si confronta con WordPress e Drupal
  • Il modo migliore per imparare Joomla
  • Quale tipo di Web Hosting è il migliore per Joomla
  • Il futuro di Joomla

Web Hosting Cat: Joomla ha recentemente superato gli 80 milioni di download mark. Puoi parlarci della comunità di Joomla e di come è cresciuta negli anni?
Robert Jacobi: Siamo un’organizzazione senza fini di lucro, quindi Open Source Matters è il braccio legale e finanziario di Joomla. Open Source Matters è completamente volontario. L’intera comunità di Joomla è completamente volontaria. È uno dei più grandi progetti open source su Internet, alimentando quasi il quattro percento di Internet, oltre il sette percento dei sistemi di gestione dei contenuti conosciuti: un grande progetto.

WHC: In qualità di presidente di Open Source Matters, l’organizzazione che supporta il progetto Joomla, puoi parlare della missione e della visione dell’organizzazione?
RJ: Innanzitutto, la nostra missione è open source, assicurando che tutto ciò che sviluppiamo e costruiamo sia liberamente disponibile, facilmente accessibile e facilmente utile. Crediamo che ci sia un modo per comunicare attraverso il web che non è semplice come un semplice servizio di blog e non è così complesso come costruire da zero. Quindi cerchiamo di colpire quella via di mezzo in cui possiamo fare appello agli sviluppatori che possono facilmente scaricare modelli ed espandere il loro repository visivo di siti sviluppati, nonché i progettisti che sono incentrati sullo sviluppatore.

WHC: Quali sono alcuni dei recenti miglioramenti di Joomla?
RJ: Abbiamo appena annunciato Joomla 3.7 beta 4. Stiamo cercando di rendere i contenuti più accessibili. Abbiamo aggiunto campi personalizzati a molti dei nostri contenuti, quindi non è solo un grande articolo, oltre a espandere il nostro supporto linguistico internazionale. E questa è stata davvero una delle principali cose straordinarie su cui abbiamo lavorato molto duramente negli ultimi quasi cinque anni.

WHC: qual è la tua opinione sullo stato attuale dei sistemi di gestione dei contenuti e su dove sono diretti in futuro?
RJ: Bene, ci sono due gruppi molto distinti in questo momento. Direi che c’è il download del tuo software e lo avvia, indipendentemente dal fatto che tu lo stia eseguendo sul tuo set di server o utilizzando un provider di hosting, nonché il software cloud come servizio. Joomla ha effettivamente un modulo di servizi gestiti su joomla.com. Il software è disponibile su joomla.org. Puoi anche andare su joomla.com per eseguirlo come servizio.

WHC: Come distingueresti Joomla da altri sistemi di gestione dei contenuti come WordPress e Drupal?
RJ: WordPress serve una nicchia specifica ed è un punto debole e di grande successo che possiede il 50% del mercato. Mentre guardi Joomla, anche se è al secondo posto, è solo del 4% circa. WordPress potrebbe ottenere livelli semplici di contenuti per l’utente di tali contenuti molto rapidamente. Ciò su cui ci concentriamo in Joomla è fare il prossimo passo. Come ottenere qualcuno che si senta a proprio agio con un modulo di tipo WordPress e che poi aggiunga un negozio molto facilmente, aggiunga molto facilmente il flusso di lavoro, diversi tipi di strutture di contenuti, senza dover essere tecnico come uno sviluppatore Drupal. Penso che comprendiamo meglio il consumatore quando devono fare qualcosa semplicemente in modo potente.

WHC: Se qualcuno vuole imparare a usare Joomla, come consiglieresti di farlo?
RJ: Vai direttamente a joomla.org. Ma abbiamo anche un grande centro educativo sul sito Web che fornisce molti video pratici da percorrere prima che tu sia seduto lì a scaricarlo. Abbiamo anche diversi tipi di ambienti demo per l’esecuzione di Joomla. C’è demo.joomla.org. C’è joomla.com che offre pacchetti gratuiti, quindi non devi nemmeno preoccuparti di scaricarlo e installarlo. Puoi avere un’ottima idea di come utilizzare il software solo tramite il tuo browser.

WHC: Joomla gestisce tutti i tipi di siti Web tra cui Holiday Inn, Nazioni Unite e Michael Phelps. Esiste un particolare settore o tipo di sito Web che stai assistendo a una crescita maggiore per quanto riguarda l’utilizzo di Joomla?
RJ: Tradizionalmente, Joomla è stata molto popolare per le organizzazioni no profit. E hanno scoperto che abbiamo capito molto bene quella comunità e sappiamo come comunicare con loro, impostare siti e lavorare con loro. Ma è stato utilizzato in tutti i settori. Quindi, in realtà abbiamo molti siti web governativi soprattutto al di fuori dell’America. Quindi i siti Web europei, i siti Web governativi sono basati su Joomla, Africa, Medio Oriente e Sud-Est asiatico, così come i negozi di e-commerce che vendono da decine a centinaia di milioni di dollari di prodotti e servizi. Quindi, non esiste un utente finale specifico. Si rivolge davvero a quell’utente che vuole fare di più e non vuole essere appesantito da tonnellate di codice software o imparare qualunque sia il linguaggio procedurale di Drupal 7.

WHC: Quali sono alcuni dei fattori importanti da considerare quando si cerca il web hosting Joomla? Che tipo di hosting consiglieresti?
RJ: Molto dipende dalle tue esigenze. Quindi, in parte, potrebbe essere: “Ho davvero bisogno di qualcuno che mi sostenga durante l’intero processo.” Puoi anche creare fantastici siti Web scalabili con i servizi Web Microsoft Azure o Amazon. Microsoft Azure ha una versione Joomla installabile con un clic. Ovviamente vuoi un host web che esegue l’ultima versione di PHP.

WHC: cosa ci riserva Joomla in futuro?
RJ: Abbiamo Joomla 4, che probabilmente dovrebbe essere la fine dell’anno, che sta espandendo l’architettura per le API di riposo, una maggiore comunicazione tra altri software e servizi, un’esperienza utente ottimizzata. Quindi ci sono alcune cose interessanti che stiamo guardando.

Fai clic qui per i consigli di hosting Web Joomla

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map