Intervista a Gary Illyes – Analista di tendenze per i webmaster di Google

Intervista a Gary Illyes


Ogni proprietario di un sito Web desidera sapere cosa funziona e non funziona con Google per aumentare il posizionamento nei motori di ricerca. Bene, abbiamo le risposte dello stesso analista di tendenze per i webmaster di Google: Gary Illyes. Ecco la mia intervista esclusiva che ho recentemente condotto con Gary. Fornisce alcune informazioni molto interessanti e utili su argomenti come contenuto del sito Web, SSL, social media, SEO negativo, le nuove estensioni di dominio e ricerca video.

Web Hosting Cat: Quale sarebbe il tuo consiglio numero uno per i proprietari di siti Web che cercano di ottenere un posizionamento più elevato nei loro siti nei motori di ricerca?

Gary Illyes: Questa è un’ottima domanda. Penso che in generale vogliamo che i creatori di contenuti si concentrino solo su una cosa: e quello sarebbe l’utente. Questo è quello che facciamo e anche quello che dovrebbero fare. Non si tratta davvero di fare soldi. Se la tua priorità numero uno è fare soldi, probabilmente stai sbagliando. Devi capire come aiutare l’utente. E poi seguiranno anche i soldi.

WHC: In termini di contenuto del sito Web, esiste una lunghezza ideale che un post o un articolo dovrebbe classificare bene nei motori di ricerca?

GI: Non proprio. Puoi vedere contenuti di diverse lunghezze nei nostri risultati di ricerca. Alcuni di loro sono molto alti anche se sono solo tre frasi. Alcuni di loro sono articoli davvero lunghi. Non importa davvero. In un certo senso è importante ciò che gli utenti richiedono, ciò che soddisfa le loro esigenze di informazione. Ad esempio, se un singolo operatore è in grado di soddisfare le proprie esigenze di informazione per una query specifica, si otterrà un risultato davvero eccezionale nei risultati di ricerca.

WHC: SSL offre davvero ai siti Web una spinta nelle classifiche dei motori di ricerca?
Mi consiglia di convertire in https siti enormi e affermati?

GI: C’è sicuramente una spinta. Ho sviluppato questo algoritmo e so che c’è una spinta. È attivo ed è online nei risultati di ricerca, quindi funziona il 100% delle volte. Se i grandi siti dovrebbero cambiare? Direi sicuramente di sì, perché dà all’utente l’impressione che il sito si preoccupi della loro privacy. Questa è una cosa. L’altra cosa è che con SSL, attualmente è TLS, è possibile evitare l’iniezione di contenuti. Ciò che desideri pubblicare verrà visualizzato anche nel post dell’utente.

WHC: Quanto è importante la popolarità dei social media quando si tratta di classifiche dei motori di ricerca?

GI: Affatto. Non utilizziamo i segnali social nelle nostre classifiche al meglio delle mie conoscenze. C’è un’ottima ragione per questo. È perché uno, è molto rumoroso. Il secondo è che non appena la piattaforma di social media decide che non dovremmo avere accesso ai loro contenuti, siamo un segnale in meno. E non possiamo proprio farlo. Dobbiamo essere in grado di raccogliere i nostri segnali in ogni momento. Deve essere coerente. Ora, quanto è importante per le tue classifiche in generale? Non è per le classifiche. Si tratta di più sulla distribuzione dei contenuti. Quindi, ad esempio, se riesci a convincere, diciamo un influencer per condividere i tuoi contenuti, allora otterrai più visitatori.

WHC: Quali sono i modi migliori per proteggerti dal SEO negativo che influisce sul posizionamento nei motori di ricerca? Quando consiglieresti a qualcuno di usare lo strumento Disavow?

GI: Questa è una domanda interessante. Francamente, ho esaminato probabilmente un paio di dozzine di casi in cui le persone segnalavano SEO negativo – e nessuno di loro era in realtà SEO negativo. Personalmente non ho prove a sostegno dell’esistenza di un SEO negativo. Disavow Files è fantastico per darti tranquillità. Quindi, ad esempio, se vedi molti link che non vuoi, puoi sbarazzartene facilmente con lo strumento Disavow. Ma poi sul rovescio della medaglia, puoi anche spararti nel piede con un file di disconoscimento, perché se stai rinnegando collegamenti di alta qualità e di alto valore, non contribuiranno alle tue classifiche.

WHC: Qualcuna delle nuove estensioni di dominio avrà alcun impatto sui risultati dei motori di ricerca in futuro? È meglio restare con un .com?

GI: Questa è di nuovo un’ottima domanda. In generale, non diamo alcuna preferenza ai nomi di dominio di primo livello generico. Ad esempio, se vai con una .photography, vai avanti e fallo. Non otterrai più vantaggi di quanti ne otterresti con .com.

WHC: per i video, ci sono dei suggerimenti per l’ottimizzazione che puoi dare? C’è una grande differenza nel modo in cui Google Ricerca Video funziona rispetto al motore di ricerca di YouTube?

GI: La ricerca di video di Google è molto diversa dalla ricerca di YouTube. Sono due diversi motori di ricerca. I video di Google in generale tengono conto di ciò che i webmaster e i proprietari dei contenuti forniscono sulla pagina e nelle sitemap. YouTube — Non ne ho idea — Non lavoro su YouTube. Ad esempio, per Google Video, se fornisci video di organizzazione schema sulle tue pagine, in sostanza informando i motori di ricerca sulla pagina di cosa tratta il video — la lunghezza, le restrizioni sulla distribuzione dei contenuti e simili, allora i motori di ricerca ne faranno uso– lo stesso per le Sitemap XML.

Assicurati di ascoltare l’intervista completa con Gary sul nostro podcast.

Intervista podcast di Gary Illyes

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map