Intervista a Michelle Stinson Ross – Social Media Authority

Michelle Stinson Ross


I social media continuano ad essere uno dei modi più potenti per promuovere il tuo sito web. E mentre le condivisioni social non influenzano direttamente i risultati del tuo motore di ricerca, scegliere la giusta piattaforma di social media e trovare gli influenzatori giusti può aumentare notevolmente la popolarità e il traffico sul tuo sito.

Di recente, ho avuto l’opportunità di parlare con Michelle Stinson Ross, una delle maggiori esperte del settore sui social media con Authority Labs. Ha fornito alcuni suggerimenti utili su come trovare i giusti social media e gli strumenti per promuovere al meglio il tuo sito web.

Web Hosting Cat: quali sono i modi migliori per utilizzare i social media per indirizzare il traffico al tuo sito web?

Michelle Stinson Ross: Innanzitutto, se i social media sono destinati a indirizzare il traffico, è necessario includere i collegamenti. Non è sufficiente twittare qualcosa di bello o condividere un’immagine interessante. Prenderlo davvero di livello e fare video nativi su Twitter o Facebook – è fantastico! Ciò porta le persone al tuo hub lì su quel canale. Ma quando si tratta di guidare il traffico, deve avere un link.

WHC: dovresti concentrarti principalmente su Twitter e Facebook? Oppure, se dovessi provare a includere il maggior numero possibile di social media?

MSR: Dipende da diversi obiettivi. Quindi, se il tuo obiettivo sui social media è quello di ottenere il maggior riconoscimento possibile del marchio, se si tratta più di costruire la persona online del tuo marchio, che sì, vuoi diffonderlo. Quando si tratta di approfondire le relazioni con i clienti più significative e la vera autorità della band, è davvero necessario approfondire uno, due, forse tre canali che i tuoi clienti amano di più. Potrebbe essere Facebook e Twitter, che potrebbero essere LinkedIn e Google+. Potrebbe essere Periscope e Instagram. Dipende da chi sono i tuoi clienti e dove vogliono davvero passare il tempo e vogliono davvero impegnarsi.

WHC: qual è la tua opinione su Google+? Le persone dovrebbero ancora preoccuparsene?

MSR: Google+ è un po ‘complicato. Numero uno, è fantastico se la tua nicchia si trova su Google+. Ad esempio, per quelli di noi qui nel settore del marketing digitale, c’è una community molto, molto vivace e attiva su Google+. Nessuno escluso, se sei in questo settore, dovresti essere coinvolto in Google+. Detto questo, al di là di quelle nicchie di interesse per Google+, è come qualsiasi altra cosa, potresti essere meglio servito su Pinterest che Google+. Devi davvero assicurarti di conoscere il tuo pubblico. Ma il rovescio della medaglia è che non sappiamo se Google potrebbe ritirarlo o meno. Devo lasciarlo come avvertimento. Tuttavia, esiste almeno un certo valore nella velocità con cui una pagina viene indicizzata se è stata condivisa su Google+. Quindi, se ne hai assolutamente bisogno per essere indicizzato rapidamente e iniziare a classificare rapidamente, hai bisogno di quello strumento Google+ nella tua tasca posteriore.

WHC: alcuni tipi di azioni sociali hanno più valore di altri? Ad esempio condivisioni Facebook, retweet Twitter, repin Pinterest, ecc.?

MSR: Ancora una volta, molto ha a che fare con il luogo in cui il tuo pubblico è già. Se sei una società dalla B alla C, e hai una presenza enorme con mamme con bambini piccoli a casa, allora quella condivisione di Facebook è probabilmente molto, molto preziosa per te. Non sto dicendo che le mamme casalinghe siano le uniche su Facebook, ma sappiamo che molte e tante mamme condividono la loro vita, i loro figli su Facebook. Chiedono costantemente alle altre mamme qual è il migliore o qual è il migliore. Si stanno chiedendo reciprocamente le raccomandazioni sui pannolini, quel tipo di cose. Allo stesso tempo, se il tuo pubblico è su Twitter, quel retweet diventa davvero, davvero prezioso, specialmente se ciò che condividi è più legato alle notizie, più in tempo reale. Se hai bisogno di indirizzare il traffico rapidamente, potresti volere condivisioni su retweet piuttosto che una condivisione su Facebook che potrebbe impiegare molto tempo a realizzarsi.

WHC: Quanto spesso dovresti pubblicare post al giorno sui social media? Va bene ritwittare la stessa voce in momenti diversi?

MSR: Oh assolutamente, sì! Pensaci. Prima di tutto quel tweet ha comunque solo 140 caratteri. E a seconda di quanto il tuo pubblico sia attivo, sono sicuro che hai visto i feed di Twitter che scorrevano più velocemente di quanto tu possa leggerli. La quantità di tempo che quel piccolo tweet rimane davanti al viso di alcune persone potrebbe essere più breve dello schiocco di un dito. Quindi, vale assolutamente la pena twittare quella cosa ancora e ancora e ancora per tutto il giorno. Se hai un vasto pubblico, molto probabilmente quel pubblico è diffuso su una vasta area geografica e non saranno nemmeno tutti su Twitter allo stesso tempo.

WHC: Esistono strumenti di social media che consigliate alle persone? Ti piace Hootsuite?

MSR: Mi piace Hootsuite. Non è il mio tentativo adesso, ma è perché sono disposto a mettere un po ‘di soldi dietro quello che sto facendo. Adoro SproutSocial per i suoi rapporti, nonché per gli aspetti del tipo di campagna relativi alla condivisione su più canali. Per Twitter, in particolare, però, mi piace davvero molto TweetDeck. È in circolazione da sempre. Non fa molte cose, ma quello che fa lo fa davvero, davvero bene. Quindi, confrontando ciò per cui potrei usare Hootsuite, preferirei usare TweetDeck quando si tratta di Twitter. E poi, mi piace anche Buffer solo per curare e condividere.

WHC: Tutti si chiedono sempre il prossimo grande sito di social media. C’è qualcosa all’orizzonte che vedi essere il prossimo mostro quando si tratta di social media o Facebook e Twitter continueranno a dominare?

MSR: Pinterest sta diventando forte. Sinceramente non avrei del tutto contato alcuni dei nuovi ragazzi in campo come Periscope e MeerKat. Penso che ciò che sta arrivando all’orizzonte siano sempre più contenuti video e sempre più piccoli strumenti, piccole cose di nicchia che consentono a marchi, sostenitori, utenti regolari di tutti i giorni, di creare e condividere più facilmente contenuti video. Il social video sarà sicuramente la cosa in arrivo.

Ascolta l’intervista completa a Michelle in questo episodio del nostro podcast.

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map